PATRIZIATO DI CRESCIANO

 

Nella primavera del 2001 l’Assemblea patriziale di Cresciano ha espresso la propria volontà, accettando all’unanimità l’idea di mettere a disposizione parte delle foreste di sua proprietà per l’istituzione di una Riserva forestale di grandi dimensioni. Il progetto, elaborato dalla Sezione forestale e approvato dal Consiglio di Stato nel marzo del 2000, esprime la volontà di rivalutare un territorio dagli importanti contenuti naturalistici e paesaggistici.

I lavori eseguiti hanno permesso di risistemare i sentieri esistenti, inserire la segnaletica, ripristinare ponti, insomma rendere il territorio inserito nella Riserva Forestale agibile, mostrando, inoltre ambienti molto diversificati e ben conservati, che offrono spazi di vita a
numerose specie vegetali, animali e fungine.

Studi approfonditi hanno permesso il ripristino di un sentiero dimenticato e inesplorato per lunghi anni. Denominato ora il Sentiero dei
Grandi Alberi, il percorso, include due ponti risistemati che attraversano la Boggera collegando Ruscada a Sasso bianco lungo la sponda destra. La realizzazione di questa infrastruttura, caldeggiata pure nel rapporto micologico e faunistico, permette di usufruire di un percorso ad anello, particolarmente adatto alla valorizzazione in chiave didattica.

In data 12 ottobre 2007 la Riserva Forestale della Valle di Cresciano è stata ufficialmente collaudata e il 30 agosto 2008 hanno avuto
luogo i festeggiamenti per l'inaugurazione sull'Alpe di Ruscada, con la partecipazione delle autorità, di numerosi cittadini patrizi e parecchi simpatizzanti.

  

, Opuscolo Riserva Forestale di Cresciano

, Studio preliminare per l'istituzione della Riserva Forestale di Cresciano